...
Breve pausa a Amsterdam? Tranquillo weekend a Londra? Volete godervi il sole nella vibrante Barcellona? Visitate le attrazioni più eccitanti e luoghi ricchi di cultura in Europa e in tutto il mondo! Con un'escursione o una visita a uno dei tanti meravigliosi musei e attrazioni renderete indimenticabile il vostro soggiorno in queste splendide città! Scoprite cosa ammirare durante la vostra permanenza con le nostre guide! Offerte e sconti, anche per gruppi e la possibilità di saltare la fila presso tutte le maggiori attrazioni. Scegli la tua città preferita sulla nostra pagina e scopri come goderti al meglio il tour!

Ottieni il massimo dal tuo viaggio e acquista i tuoi biglietti scontati a senza fare la fila!

Venezia e il suo Carnevale

Il Carnevale di Venezia è una manifestazione annuale, che si tiene a Venezia in Italia. Il Carnevale inizia 40 giorni prima di Pasqua e termina il Martedì grasso, il giorno prima del Mercoledì delle Ceneri.
Il carnevale di Venezia.jpg

Venezia e il suo carnevale famosa per i suoi balli, feste in maschera con abiti stravaganti e naturalmente Piazza San Marco che è sempre stato il luogo più tradizionale per le celebrazioni a Venezia nel corso dei secoli.


File:Carnival Venice.jpg

Molteplici turisti vengono a Venezia per vedere e partecipare al suo magnifico Carnevale, girare in costume nello scenario magico di questa città significa prendere parte a un evento davvero straordinario. 

Quelle misteriose, inquietanti maschere veneziane, guardando dai vicoli della città sono parte di ciò che  il mondo veneziano è stato nei secoli passati. Si tratta di un richiamo travolgente per ciò che è senza dubbio uno degli eventi più singolari al  mondo. Indossare maschere è sempre stato un divertimento per i veneziani e tutt'ora rappresenta una forte tradizione basata  sulle proprie radici culturali.

I veneziani erano famosi per essere libertini, non c'era solo l'uso delle maschere durante il Carnevale ufficialeIndossare una maschera a Venezia significava avere la libertà proibita si poteva giocare d'azzardo senza essere scoperti, entrare in conventi  senza essere visti. Nel 1608  il Consiglio dei Dieci emanò un decreto che vietava ad ogni cittadino di indossare le maschere, tranne durante il Carnevale e banchetti ufficiali. 

File:Venezia carnevale 13.jpg

Le maschere erano permesse durante tutti gli eventi importanti, banchetti e le celebrazioni principali nella Serenissima di Venezia come il giorno dell'Ascensione o quando il doge saliva sul Bucintorooppure per il volo della Colombina. Nel 1759 l'esibizione finì in tragedia: ad un certo punto, l'acrobata si schiantò al suolo tra la folla inorridita. Probabilmente a causa di questo grave incidente, l'evento svolto con queste modalità fu vietato.



File:Beneski maski1.jpg

 
Da quel momento il programma si svolse sostituendo l'acrobata con una grande colomba di legno, che nel suo tragitto, partendo sempre dal campanile, liberava sulla folla fiori e coriandoli. Dalla prima di queste edizioni, il nome di Volo dell'Angelo divenne quindi Volo della Colombina.


File:Venezia flickr10.jpg

nobili impoveriti usavano le maschere per chiedere l'elemosina nelle strade e le donne sposate erano costrette a indossarle quando dovevano andare a teatro.






Quindi il Carnevale rappresentava il modo per lasciarsi andare, abbandonarsi a giocare, alla libertà, alla trasgressione ed alla follia. I palazzi aprivano i loro cortili alla festa e c'era la musica e si ballava tutto il giorno e tutta la notte nei vicoli, nelle piazzette e anche sull'acqua con le gondole, Venezia e il suo carnevale era viva di suoni e colori.