Borghi castelli e...
Ti potrebbe interessare anche:

.

Località turistiche da vedere

WEB-10381 Email Template: Sharing
 
trivago Newsletter | Offerte Ferragosto 2015
es: Barcellona Ve, 14.08 - Do, 16.08
Cerca
Barcellona: una città da scoprire!
Puglia
da
Puglia 45€
Vedi Offerte »
Sicilia
da
Sicilia 40€
Vedi Offerte »
RivieraRomagnola
da
Riviera Romagnola 50€
Vedi Offerte »
Toscana
da
Toscana 41€
Vedi Offerte »
Sardegna
da
Sardegna 40€
Vedi Offerte »
Liguria
da
Liguria 45€
Vedi Offerte »
www.trivago.it consente ai viaggiatori di trovare l'hotel ideale al miglior prezzo tra oltre 720.000 alberghi e più di 200 siti di prenotazione online. I prezzi relativi a questa newsletter sono meramente indicativi e soggetti alla disponibilità dei nostri advertisers.

© 2004 - 2015 Tutti i diritti riservati

Viaggio da Pompei fino alla costiera amalfitana

Consigli per un viaggio nella costiera amalfitana e dove dormire per un itinerario affascinante ed intrigante  che ci porterà a visitare cittadine come Pompei, Sorrento, Positano ed Amalfi, in quel tratto di costa tirrenica che si snoda subito dopo Napoli. 

Visitare Pompei ci permette di unire il sacro con il profano, il materiale con lo spirituale poiché da un lato abbiamo l'opportunità di scoprire le vestigia dell'antica città romana, seppellita sotto le ceneri dell'eruzione vulcanica del Vesuvio del 79 a.C., famosa in tutto il mondo, dall'altro abbiamo la possibilità di ammirare e pregare nel Santuario della Madonna del Rosario.


Al giorno d'oggi Pompei è una delle attrazioni turistiche più popolari da visitare in Italia, e con buona ragione. I numerosi affreschi conservati sono di particolare interesse, anche se il massiccio afflusso di turisti ogni anno ha causato un certo livello di degrado del sito. L'organizzazione che gestisce Pompei ora incoraggia attivamente le persone a visitare gli altri siti nelle vicinanze, che sono stati conservati dalla stessa esplosione vulcanica tra cui Ercolano e Stabia al fine di ridurre la pressione sulla stessa Pompei. 

Alcune persone considerano Ercolano essere un sito migliore da visitare, in primo luogo perché vi sono meno turisti e quindi è meno caotico, inoltre è più piccolo e può quindi essere visitato completamente in poche ore, ed è più aperta di Pompei. 

Gran parte di Pompei, infatti, rimane chiusa ai visitatori, mentre la maggior parte degli edifici riportati alla luce ad Ercolano e le strutture sono visibili ai turisti. A circa 1 km lungo la strada che porta nella moderna Pompei, si può visitare il Santuario della Madonna del Rosario che è una famosa meta di pellegrinaggio religioso cattolico. Pompei una delle attrazioni turistiche più popolari in Italia.



Pompei.jpg

La nascita di Pompei inizia verso la fine del II millennio a.C. quando gli Opici, popolazioni italiche della Campania, si insediarono sopra l'estremità di un'antichissima fuoriuscita lavica che, dalle pendici meridionali del Vesuvio, si estendeva verso il mare. Questo pianoro dalle pareti ripide, circondato su due lati dal fiume Sarno e situato vicino alla costa, si presentava ai suoi primi abitanti come un luogo ottimale per l'insediamento: poteva essere facilmente difeso, l'acqua non mancava e l'attività preistorica del vulcano aveva reso fertili le terre circostanti. Inoltre dal pianoro di Pompei si dominava quasi tutta la costa del Golfo di Napoli e si poteva controllare la foce del fiume, punto di arrivo al mare delle vie e dei traffici provenienti dalla pianura interna.


File:. Karl Briullov, L'ultimo giorno di Pompei (1827-1833) jpg


Nonostante ciò che noi oggi riconosciamo come segnali di allarme di una imminente eruzione del Vesuvio, le 20.000 persone che vivevano a Pompei avevano da tempo smesso di pensare alla montagna come un vulcano e così hanno continuato i loro affari quotidiani, ignari che presto tutti i loro beni e le loro stesse vite sarebbero state cristallizzate per sempre dal potere conservativo della lava. Tutto rimase sepolto per secoli, solo verso la metà del 1700, grazie alla moda degli scavi archeologici, oggi possiamo ammirare e rivivere in prima persona la vita quotidiana di oltre 2000 anni fa.

File: Friedrich Federer - Pompei aus dem Südosten - 1850.jpg



L'attuale sito archeologico che  è diventato patrimonio mondiale dell'UNESCO svelando i suoi tesori preziosi conservati per noi visitatori fino ad oggi. Il suo fascino va al di là del turismo, da un punto di vista archeologico, è impagabile. Gran parte del valore sta nel fatto che non è stata semplicemente spazzata via dal Vesuvio: piuttosto è stata sepolta sotto uno strato di lapilli, come Plinio il Giovane descrive nel suo racconto celebre dell'eruzione, il 24 agosto del 79 d.C ha cambiato la vita degli abitanti di Pompei per sempre.

File: Pompei Forum.jpg



Pompei ti aspetta!



Prenota ora, paga durante il soggiorno! Cancellazione GRATUITA per la maggior parte delle camere



File: Cartina Golfo di Napoli e costiera amalfitana.jpg

Gli scavi di Pompei iniziarono alla fine del settecento portando alla luce uno spettacolo incredibile: il tempo si era fermato al momento esatto dell'eruzione del Vesuvio: tutto si  era conservato perfettamente, case, ville, templi, terme, oggetti, persone, animali.
Questi lavori hanno permesso a tutti noi di conoscere ed immergersi nella vita dell'epoca, quale documento tangibile dell'epoca romana, dei suoi fasti e splendori unici ed irripetibili.


File: Scavi di Pompei.jpg

Dopo aver visitato gli scavi, rispettando gli orari ed i giorni di apertura al pubblico, nel centro della cittadina si può visitare il Santuario della Beata Vergine del Rosario, voluto ardentemente dal suo fondatore il beato Bartolo Longo che con grande impegno volle donare la chiesa alla popolazione meno abbiente del luogo. Il Santuario fu inaugurato nel 1887 ed ampliato nel 1939.


File:il Santuario della Beata Vergine del Rosario Pompei.jpg

   L'interno è riccamente decorato, con 12 cappelle con altare che ripropongono alcuni misteri del rosario. L'altare maggiore è sormontato dell'immagine della Madonna del Rosario con in braccio il Bambinello ed ai lati San Domenico e Santa Caterina da Siena. Il campanile è alto 80 metri. Si celebrano messe quasi ogni ora. Le festività sono l'8 maggio e la prima domenica di ottobre. C'è una Casa del Pellegrino in cui si può mangiare al sacco.

Facilmente raggiungibile in auto con l'autostrada Napoli-Reggio Calabria, uscita Pompei. Invece in treno con la linea Napoli-Salerno e Circumvesuviana.

Per verificare gli orari di apertura e chiusura e relativo costo del biglietto di ingresso agli scavi vi rimandiamo al sito ufficiale della città di Pompei.

Dove soggiornare a Pompei:

Situato a 20 minuti a piedi dalle rovine di Pompei e a 900 metri dalla stazione ferroviaria, segnaliamo il raffinato Pompei Resort che offre servizi gratuiti quali il parcheggio, la connessione Wi-Fi e la navetta di linea per il centro città.

Tutte le camere sono eleganti, splendidamente arredate e fornite della connessione via cavo gratuita, e da alcune di queste si può vedere il giardino circostante  e il vulcano del Vesuvio.

Il ristorante propone specialità campane, che in caso di bel tempo potrete gustare anche all'aperto. La colazione comprende invece cereali, torte e frutta.

Il Pompei Resort dista 1 km dall'uscita Pompei Est-Scafati dell'autostrada A3.



Riprendendo la splendida strada costiera che si snoda ed inerpica tra rocce e mare, fornendo al visitatore uno spettacolo mozzafiato, ci imbatteremo in Sorrento, altra nota località turistica arroccata di fronte all'isola di Capri. Amata dagli imperatori romani che qui fecero costruire le loro ville più belle, è anche famosa per avere dato i natali al poeta Torquato Tasso, nato a Sorrento nel 1544, al quale è stata dedicata una statua che troneggia nella piazza principale della cittadina.

Spostandoci nuovamente verso sud, lungo la litoranea, potremo bearci della bellezza di Positano, una delle perle della nostra costiera amalfitana, nata alle pendici del monte Sant'Angelo  a Tre Pizzi come piccolo borgo di pescatori, con le sue viuzze e  casette color pastello, divenuta oggi meta della mondanità turistica. Su tutto il paese svetta la chiesa di Santa Maria Assunta, con la sua caratteristica Cupola rivestita di tegole in maiolica colorata, tipica produzione locale.


File: Veduta di Positano.jpg


Per concludere in gloria il nostro percorso, non possiamo rinunciare alla visione della splendida Amalfi, leggi l'articolo su Amalfi qui dichiarata patrimonio dell'umanità dall'UNESCO. Questo gioiello del sud Italia è stata in passato una potente Repubblica Marinara con Pisa, Venezia e Genova che viene ricordata ogni anno con una regata storica con le antiche rivali. Purtroppo venne distrutta da una terribile tempesta nel xiv secolo. e quindi ci restano poche vestigia, tra esse il Duomo medioevale, ristrutturato nel 1203 con uno stile arabo-normanno-siciliano e nel 1703 è stato arricchita da un chiostro in stile prettamente barocco.





Meta di numerose celebrità dello spettacolo e del jet-set che qui amano rilassarsi ed abbronzarsi sotto il suo splendido sole, con i suoi colori e profumi indimenticabili.
Si conclude qui il nostro piccolo tour itinerante su quel tratto della nostra costa tirrenica che nulla ha da invidiare a località turistiche esotiche e poste in terre lontane. Noi l'abbiamo qui a pochi chilometri da noi! 





Prenota ora il tuo albergo o bed and breakfast con Booking!



Condividi i nostri articoli!

Le cittadine sui laghi dell'Italia centrale

Meravigliosa è tutta la penisola italiana ed altrettanto meravigliose sono le cittadine che sorgono nei pressi dei laghi dell'Italia centrale, tra di esse ne descriviamo alcune: Castel Gandolfo, è una di queste nota ai più per essere la  residenza estiva del Papa, è un tranquillo borgo medievale che si trova sul lago omonimo. La caratteristica peculiare di questa cittadina dell'Italia centrale è la bellissima veduta che si può ammirare del lago continua a leggere...

Altra cittadina da visitare sui laghi dell'Italia centrale è Bolsena, con il suo centro storico di stampo medievale, caratterizzato e vivacizzato dai numerosi locali e ristoranti nei quali  poter degustare le pietanze tipiche locali, anche a base di pesce di lago.
Oltre a Bolsena il lago offre la possibilità di ammirare delle bellissime isole, tra le quali l'isola Bisentina continua a leggere...

Il lago di Bracciano è un lago di origine vulcanica, come lo sono gli altri due descritti in precedenza, con una forma quasi circolare, sulle sue sponde ci sono bellissime cittadine da visitare tra le quali: Bracciano con il suo famoso castello, Trevignano bellissima con il suo lungolago e il mercatino della domenica, e Anguillara con un centro storico particolare continua a leggere...

Altro lago da visitare in Italia centrale, e nello specifico nella regione Umbria,  è il lago di Piediluco con l'omonima cittadina che sorge lungo le sue sponde. A pochi chilometri di distanza da Piediluco  si può fare visita anche al piccolo borgo di Labro ed ancora non molto distante da Piediluco,  proseguendo sul percorso del lago, possiamo trovare le cascate delle Marmore continua a leggere...

Terminiamo questa piccola descrizione di alcune cittadine che si trovano in prossimità dei laghi dell'Italia centrale e arriviamo sul lago di Trasimeno, e precisamente a Città di Castello antico borgo medievale anch'esso con un bellissimo castello da visitare continua a leggere...

Prenota ora il tuo albergo o bed and breakfast con Booking!



Condividi i nostri articoli!

Riviera romagnola nel periodo estivo

La riviera romagnola nel periodo estivo e soprattutto nel mese di agosto è ambita da molti turisti. Cittadine come Cattolica, Rimini, Riccione, Cesenatico ecc... hanno molto da offrire per la qualità delle strutture ed offerte vantaggiose. 

file:Mappa della riviera romagnola.jpg


Le caratteristiche peculiari della zona costiera che parte da Cattolica ed arriva fino a Ravenna sono molte. Ci sono discoteche moltissimi stabilimenti balneari, ristoranti dove si può gustare la cucina romagnola, e per chi è amante della storia e dei mosaici, la città di Ravenna offre molto in questo senso. 

Cattolica è la cittadina più a sud offre tutto quello che si può pretendere da una stazione balneare, un bellissimo lungomare, il grande acquario all'interno del parco Le Navi,  e per chi è amante del by night moltissimi locali notturni dove divertirsi fino a mattina. 

Riccione  è molto ambita per i locali e discoteche che ci sono sia sul  lungomare che  sulle colline della cittadina emiliana.

La cittadina emiliana è ambita anche dalle numerose  famiglie italiane e non con i loro bambini, per i suoi parchi di divertimento, come il famoso Oltremare, che accoglie moltissimi pesci tra i quali delfini, e L' Acquafan meraviglia per i giochi d'acqua e le piscine presenti nel parco acquatico.


Rimini è la più antica stazione balneare di quelle da noi citate nella riviera romagnola, offre molto al turista di passaggio o a chi decide di trascorrere giorni di vacanza in questa splendida cittadina dell'Emilia Romagna. Il lungomare, una vastissima scelta di alberghi e ristoranti, l'Italia in miniatura, e per chi è appassionato la cittadina è un punto di interesse architettonico storico  tra i quali citiamo il ponte di Tiberio che attraversa il fiume Marecchia.

Cesenatico altra stazione balneare che troviamo lungo il percorso, nacque nel XIV secolo come  porto della città di Cesena situata nell'entroterra romagnolo. Peculiarità di questa cittadina è il porto progettato dal grande Leonardo da Vinci, numerosi sono gli alberghi che si trovano nella cittadina.



Prenota ora il tuo albergo o bed and breakfast con Booking!



Condividi i nostri articoli!
addthis